IL manifesto della 32a edizione

(fare click sull'immagine per ingrandire)

Don Giovanni Abis lascia la guida della Parrocchia di Santa Barbara. Don Alberto Pistolesi è nominato parroco in sua vece. Attraverso di lui il pellegrinaggio diventa preludio al cammino che i giovani fanno con il Papa in preparazione al Sinodo a loro dedicato. Monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo della diocesi della Madre di Dio a Mosca, presiede la concelebrazione della Santa Messa inaugurale e tiene a Cagliari un incontro.

pellegrinaggio a piedi da sinnai al santuario di nostra signora di bonaria

Edizione 2018

Notiziario "Il Segno"

Il numero  41 che racconta l'edizione 2018

(fare click sull'immagine per ingrandire)

  • SARDEGNALIVE

    Questa notte il pellegrinaggio da Sinnai verso Cagliari

    Martedì 24 Aprile

    Partirà questa notte all’1:30 il 32esimo pellegrinaggio da Sinnai verso il Santuario di Nostra Signora di Bonaria di Cagliari proposto da Comunione e Liberazione.

    Il programma prevede: alle 22:30 nell’anfiteatro di piazza Sant’Isidoro il 19° Happening, alle 24 la Santa Messa officiata da Monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo della diocesi della Madre di Dio a Mosca, all’1:30 partenza verso Cagliari, alle 4:30 sosta presso l’Istituto Salesiano di Selargius e alle ore 8 arrivo al santuario di Bonaria e atto di consacrazione.

     

    di Redazione

    © Riproduzione riservata

  • L'UNIONE SARDA

    Diecimila pellegrini a piedi da Sinnai alla basilica di Bonaria

    Mercoledì 25 Aprile

    In diecimila, forse molti di più, pellegrini a piedi nella notte da Sinnai alla basilica di Bonaria, a Cagliari. "Ben arrivati - ha salutato tutti l'arcivescovo di Cagliari monsignor Arrigo Miglio - nella casa di Bonaria, patrona massima della Sardegna".

    Il pellegrinaggio si è ripetuto per la 32esima volta in un clima di preghiera, di grandissima fede. Protagonisti anche i giovani che a Bonaria hanno aperto l'infinito corteo portando la grande croce in legno che ha attraversato l'intero hinterland. C'erano anche le mamme per invocare un lavoro per i figli e per ringraziare il Signore per grazia ricevuta in casa.

    Un corteo infinito che ha iniziato a formarsi verso le 22 di ieri nella Piazza Sant'Isidoro a Sinnai, dove monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo della diocesi della Madre di Dio a Mosca, ha concelebrato una messa solenne dopo un lungo happening di preghiera.

    All'una e trenta l'inizio del pellegrinaggio con i viandanti della preghiera che, arrivati da tutta la Sardegna, hanno attraversato il paese, fermandosi alla periferia per riportare in una sua nicchia un piccolo simulacro di Bonaria. Una cerimonia commovente fra canti e inni sotto le stelle.

    Poi, i viandanti della notte con i loro zaini e la loro fiaccola hanno raggiunto Settimo San Pietro. Alle 4,30 la sosta ristoratrice dai salesiani, a Selargius. Alle 5,30, di nuovo tutti in viaggio col corteo sempre più folto. E, poi, Monserrato, Pirri e Cagliari. E, alle 8,30, l'arrivo a Bonaria.

    Ad accogliere i fedeli gli arcivescovi di Cagliari e Mosca, i frati della basilica. C'erano anche i sindaci e amministratori comunali di Sinnai, Settimo, Selargius, Maracalagonis, Monserrato, Quartucciu, Cagliari con la fascia tricolore. Poi, dopo i saluti e la preghiera con monsignor Arrigo Miglio, tutti a casa, questa volta in auto o in pullman.

    Una notte impossibile da dimenticare organizzata da Comunione e liberazione, dall'associazione "Il Segno" e dalla parrocchia di Sinnai.

     

    di Antonio Serreli

    © Riproduzione riservata

  • IL PORTICO

    Monsignor Pezzi pellegrino da Sinnai a Bonaria

    Mercoledì 24 Aprile

    Un pellegrinaggio che continua a confermare la vocazione mariana dei sardi.

    Anche quest’anno migliaia i fedeli che nella notte tra il 24 e il 25 aprile hanno percorso a piedi il cammino da Sinnai alla basilica di Bonaria, sulla scia del tema «Non Temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio». Ospite della

    trentaduesima edizione dell’iniziativa, organizzata da Comunione e Liberazione, in collaborazione con la parrocchia di santa Barbara di Sinnai, monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo della diocesi della Madre di Dio a Mosca.

    Per diverse volte gli organizzatori hanno cercato di avere come ospite monsignor Pezzi, ma i diversi impegni lo hanno impedito.

    La sua presenza ha permesso ai partecipanti di scoprire una realtà come quella dei cattolici di Russia, immersi in un panorama nel quale il riferimento è la Chiesa ortodossa, con il patriarcato di Mosca che mantiene una posizione conservatrice rispetto al dialogo ecumenico, anche se negli ultimi tempi sembra che le cose stiano cominciando a prendere una piega differente, se pur con timidi segnali.

    I partecipanti al pellegrinaggio si sono radunati all’Anfiteatro di piazza sant’Isidoro Sinnai per il «XIX Happening», alla mezzanotte la Messa presieduta da monsignor Pezzi.

    Al termine l’avvio del pellegrinaggio a piedi nel cuore della notte passando per le strade di Sinnai, Settimo san Pietro, Selargius, dove, come di consueto, è stato possibile fermarsi per una breve pausa prima di ripartire alla volta di Monserrato, di Pirri, e di Cagliari, per arrivare attraverso via Bacaredda, via Sonnino e viale Diaz alla scalinata di Bonaria dove ad attendere i pellegrini c’erano i padri Mercedari, il Vescovo e diversi cagliaritani, che ogni anno giungono ai piedi del santuario mariano per accogliere chi ha trascorso una notte camminando e pregando.

    Alla fine nei volti dei partecipanti i segni della stanchezza sono stati, come al solito, coperti dalla gioia di aver vissuto un’esperienza unica, particolare, fatta di comunione tra persone che condividono la fede e che non hanno timore di mostrarla agli altri.

    Merce rara di questi tempi: la tendenza è a vivere quasi nel privato la propria appartenenza alla Chiesa.

    Da 32 anni l’associazione «Il Segno», insieme a CL e alla parrocchia di Sinnai, sono testimoni di fede vissuta autenticamente, capace di coinvolgere migliaia di persone che, per una notte, decidono di mettere da parte la comodità di casa e attraversare le strade, all’insegna della preghiera e della testimonianza.

     

    di I. P.

    © Riproduzione riservata

©2017 by LASERsoft All rights reserved.

Made by LASERsoft

pellegrinaggiosinnaibonaria.it